piccolo.. anzi GROSSO problema

Discussioni sul volo con motore a scoppio, modelli e motorizzazioni

piccolo.. anzi GROSSO problema

Messaggioda ramirez76 » mer apr 07, 2010 12:49 pm

ho pesato tutte le parti in foto con bilancia elettronica (molto precisa) prof di un mio amico salumiere :):)non c'è un grammo di differenza!
Ultima modifica di ramirez76 il gio apr 22, 2010 3:52 pm, modificato 1 volta in totale.
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda brigher » mer apr 07, 2010 5:30 pm

Proverò ad aiutarti....

Innanzitutto ala e piano di quota devono avere la stessa incidenza, cioè zero!

Quindi blocca il modello su un piano (anche il pavimento, purchè livellato, potrebbe andar bene) con l'ala a zero gradi rispetto appunto a questo piano...per mettere l'ala a zero rispetto a questo piano puoi procedere o con un misuratore di incidenza oppure con un sistema antico ma altrettanto valido, cioè misurando la distanza verticale dal piano dove poggia il modello fino al CENTRO del bordo di entrata, in un qualsiasi punto preso sull'apertura alare...altrettanto fai misurando la distanza dal piano fino al CENTRO del bordo di uscita (e in tal caso, quindi, dell'alettone), ovviamente nel medesimo punto dell'apertura alare dove hai misurato per il bordo di entrata....metti degli spessori sotto la fusoliera fino a quando ottieni una misura identica sia per il bordo di entrata che per il bordo di uscita. A questo punto la tua ala si trova perfettamente a zero gradi rispetto al piano di appoggio dove hai sistemato il modello...procedi adesso analogamente con il piano di quota per misurare se ha incidenza rispetto all'ala, e quindi procedi poi con le dovute correzioni!
Chiaro??!
Avatar utente
brigher
Capitano
Capitano
 
Messaggi: 208
Iscritto il: lun apr 07, 2008 10:00 pm
Località: MESSINA

Messaggioda ramirez76 » mer apr 07, 2010 6:28 pm

è chiaro.. pero' mi sfugge una cosa:
le ali non hanno incidenza diversa rispetto i piani di quota?
poi.. come riferimento molti dicono che lo zero sia la parte dove appoggia la cappottina pilota.. quale sara la misurazione e il riferimento corretto ?

ps mi scoccerebbe prendere un incidenziometro :( a meno che.. qualcuno non voglia prenderlo in "società" :):)
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda Josseff » mer apr 07, 2010 7:13 pm

non è minimamente probante che la linea della capottina sia a 0 gradi con l'ala, se vuoi controllare, vedi se è parallella alla mezzeria della corda alare

tu devi cmq cercare di mettere a 0 i piani di coda con l'ala, quindi il sistema che ti ha descritto eros, è concettualmente ottimo (alla fine è il sistema che uso anche io) la difficoltà sta nel trovare un piano che sia piano

magari prova a farlo in verticale trovando con il filo a piombo un muro dritto
Avatar utente
Josseff
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 673
Iscritto il: mar apr 08, 2008 10:00 pm

Messaggioda brigher » mer apr 07, 2010 8:31 pm

ramirez76 ha scritto:è chiaro.. pero' mi sfugge una cosa:
le ali non hanno incidenza diversa rispetto i piani di quota?
Dipende dal modello....in un acrobatico come il tuo, l'ala e il piano di quota non devono avere incidenze diverse fra loro, cioè devono essere entrambi a zero!

poi.. come riferimento molti dicono che lo zero sia la parte dove appoggia la cappottina pilota.. quale sara la misurazione e il riferimento corretto ?
Il riferimento corretto è quello che ti ho descritto in precedenza, è molto più semplice da fare che da dire...pima metti a zero l'ala rispetto ad un piano e poi misura come descritto nel mio precedente post anche il piano di quota...solo così potrai vedere se anche in quest'ultimo l'altezza del B.E e del B.U. è uguale e quindi a zero incidenza rispetto al piano di riferimento....e quindi rispetto all'ala!

ps mi scoccerebbe prendere un incidenziometro :( a meno che.. qualcuno non voglia prenderlo in "società" :):)
Se procedi come ti ho suggerito non hai alcuna necessità dell'incidenziometro, fermo restando che in ogni caso lo strumento agevolerebbe molto il lavoro!!


OK???? :D :D
Avatar utente
brigher
Capitano
Capitano
 
Messaggi: 208
Iscritto il: lun apr 07, 2008 10:00 pm
Località: MESSINA

Messaggioda ramirez76 » mer apr 07, 2010 8:38 pm

ok ci provo.. Tanto.. Sara difficile pure x me peggiorarli più di tanto.:):)
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda brigher » mer apr 07, 2010 8:56 pm

A proposito di pesi....ho visto che hai pesato le semiali e risultano perfettamente identiche....prova adesso a verificare se il baricentro di ogni semiala è identico.
Sospendi con due dita una semiala nel senso delle centine fino a quando la stessa resta in equilibrio, e segnati la retta lungo la quale l'hai sospesa. Anche l'altra semiala dovrebbe avere i medesimi punti di equilibrio e quindi la stessa posizione del baricentro.
Avatar utente
brigher
Capitano
Capitano
 
Messaggi: 208
Iscritto il: lun apr 07, 2008 10:00 pm
Località: MESSINA

Messaggioda ramirez76 » mer apr 07, 2010 10:29 pm

ok poi faccio pure questa prova grazie 100
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda ramirez76 » gio apr 08, 2010 11:04 am

brigher ha scritto:A proposito di pesi....ho visto che hai pesato le semiali e risultano perfettamente identiche....prova adesso a verificare se il baricentro di ogni semiala è identico.
Sospendi con due dita una semiala nel senso delle centine fino a quando la stessa resta in equilibrio, e segnati la retta lungo la quale l'hai sospesa. Anche l'altra semiala dovrebbe avere i medesimi punti di equilibrio e quindi la stessa posizione del baricentro.
Ultima modifica di ramirez76 il gio apr 22, 2010 3:56 pm, modificato 2 volte in totale.
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda Josseff » gio apr 08, 2010 11:24 am

credo che nemmeno su un aereo vero abbiano tanta simmetria...
Avatar utente
Josseff
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 673
Iscritto il: mar apr 08, 2008 10:00 pm

Messaggioda ramirez76 » gio apr 08, 2010 11:38 am

Josseff ha scritto:credo che nemmeno su un aereo vero abbiano tanta simmetria...


:lol: :lol:
Ultima modifica di ramirez76 il gio apr 22, 2010 4:01 pm, modificato 1 volta in totale.
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda ramirez76 » gio apr 08, 2010 4:55 pm

...ho pesato la nuova ala montata (che poi non è altro che l'ala originale che non ho mai montato x un piccolo difetto estetico e che all'epoca mi feci cambiare..)
Ultima modifica di ramirez76 il gio apr 22, 2010 3:57 pm, modificato 3 volte in totale.
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda brigher » gio apr 08, 2010 5:31 pm

Secondo me le differenze riscontrate nelle due coppie di semiali sono del tutto trascurabili, anche nella seconda dove esiste una differenza di peso (minima!) rispetto alla prima!

E' possibile che il problema sia nella incidenza del piano di quota, che deve essere considerato nel suo insieme, non singolarmente. Infatti non è corretto che ciascun semi-piano abbia trimmaggi differenti.....la parte mobile deve essere a zero rispetto a quella fissa, o eventualmente potrebbero avere entrambi i semi-timoni un po' di trim a cabrare o a picchiare, ma non avere delle differenze fra loro. Questo denota chiaramente che non si trovano (i due semi-piani) sulla stessa incidenza, indipendentemente se poi l'insieme dei timoni sia o no allineato ad incidenza zero con l'ala.

Cmq metti la parte mobile a zero rispetto a quella fissa e misura la distanza rispetto al piano di riferimento...solo così puoi vedere quanto devi aumentare o diminuire l'incidenza perchè entrambi siano a zero rispetto all'ala.
Avatar utente
brigher
Capitano
Capitano
 
Messaggi: 208
Iscritto il: lun apr 07, 2008 10:00 pm
Località: MESSINA

Messaggioda Josseff » ven apr 09, 2010 7:20 am

altra cosa, devi fare attenzione più che all'incidenza del piano in se, ad eventuali svergolature, perchè quello 0 che hai misurato, non tiene conto del profilo

nel mio adrenaline 2m i piani erano mooooolto svergolati, tenendo i piani allineati con il profilo i compensatori erano uno sopra ed uno sotto al piano molto più evidentemente che sul tuo

ho preso due tavolette di compensato e con una mollettona ho tenuto fermi i compensatori vincolandoli alla parte fissa, poi con una mano ho tenuto fermo il piano nella posizione corretta e con l'altra mano passavo il ferro, dopo un oretta di pazienza ho avuto un ottimo risultato
Avatar utente
Josseff
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 673
Iscritto il: mar apr 08, 2008 10:00 pm

Messaggioda ramirez76 » ven apr 09, 2010 7:38 am

Josseff ha scritto:altra cosa, devi fare attenzione più che all'incidenza del piano in se, ad eventuali svergolature, perchè quello 0 che hai misurato, non tiene conto del profilo

nel mio adrenaline 2m i piani erano mooooolto svergolati, tenendo i piani allineati con il profilo i compensatori erano uno sopra ed uno sotto al piano molto più evidentemente che sul tuo

ho preso due tavolette di compensato e con una mollettona ho tenuto fermi i compensatori vincolandoli alla parte fissa, poi con una mano ho tenuto fermo il piano nella posizione corretta e con l'altra mano passavo il ferro, dopo un oretta di pazienza ho avuto un ottimo risultato


INFATTI HO NOTATO CHE DEVO FARE UN LAVORO DEL GENERE.. sistemato questo.. devo ritrovare sempre il geometra che c'è in me..rispolverare un po' di trigonometria e fare 4 conti.. le formulette sono:

1 Posizionare il modello in modo da avere i pianetti di coda perfettamente perpendicolari e paralleli al piano di lavoro. cioè la corda del pianetto orizzontale deve essereparallela al piano.

2 misurare ora la distanza dal piano del bordo d'entrata dell'ala e di quello di uscita

3 fatto questo fare la differenza tra i 2 valori e troveremo un valore che chiameremo C, cateto di un immaginario triangolo, del quale l'ipotenusa I è la corda alare , mentre la base è la proiezione di quest'ultima sul piano....

ora consideriamo che...
I x SENa = C da cui SENa = C/I

sapendo che
SEN 1° = 0.01745
SEN 1,5° = 0.02617
SEN 2° = 0.03489
SEN 2,5° = 0.04361

x cui ora, dividendo C per I (C/I), se abbiamo un valore vicino mettiamo a 0.01745, sappiamo che abbiamo un grado di incidenza.

MI STO' RENDENDO CONTO CHE NEPPURE ALLA NASA PER L'APOLLI XI HANNO DOVUTO FARE TUTTI STI CONTI!!!!!!!
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda flyfabio62 » ven apr 09, 2010 8:50 am

Leggendo tutto quanto verrebbe voglia di cambiare hobby!! Leonardo da Vinci si è scervellato meno per le sue invenzioni....
Ricordo di aver letto molti anni fa in un articolo di un certo "Benito Bertolani" (chi ha i modelli costruiti all'antica personalmente in balsa lo ricorderà certamente) che in tutta la vita aeromodellistica di modelli costruiti perfettamente dritti e centrati se siamo fortunati ne potrà capitare uno soltanto!!! :x :x
Per il resto è una sorta di compromessi, regolazioni e miscelazioni da radio e correzioni manuali in volo.
Sappi anche che un mio conoscente che ha avuto la possibilità di assistere al Toc di Las Vegas e passare ai raggi X i maxi dei piloti più bravi al mondo, osservando il maxi Ultimate di Chip Hyde, non ha trovato due parti mobili (in un biplano ve ne sono molte) allineate !!! :roll: :roll:
Risultato: grazie alle sue doti di pilotaggio e settaggio il modello incredibilmente volava su binari !!!!!!!....... :P :P
Spero di averti risollevato anche perchè anch'io fra non molto assemblerò un modello costruito dai modellisti cinesi, che come sostengo sempre, sono anche loro umani, sfruttati al massimo e soggetti a giornate più o meno fortunate. Bisogna accettare questa qualità a questo prezzo anche se sostengo inoltre che nella sua immensità c'è Cina e Cina per cui i forum e la trattazione sull'esperienza privata ci possono aiutare a conoscere la qualità di certe case piuttosto che altre. :lol:
Saluti
Fabio
Avatar utente
flyfabio62
Tenente
Tenente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: sab feb 07, 2009 11:00 pm
Località: PALERMO

Messaggioda badangel » ven apr 09, 2010 9:51 am

Comparissimo o levi sto mosquito che rompe le scatole o non entro piu' dove ci sei tu il primo giorno stavo rompendo lo schermo pensavo che era nell'intercapedine dell'LCD
Avatar utente
badangel
Tenente Colonnello
Tenente Colonnello
 
Messaggi: 462
Iscritto il: lun apr 07, 2008 10:00 pm
Località: Emirati Arabi Uniti

Messaggioda ramirez76 » ven apr 09, 2010 10:23 am

fabio hai ragione.. forse sono io troppo pignolo..!
Ultima modifica di ramirez76 il gio apr 22, 2010 3:54 pm, modificato 1 volta in totale.
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Messaggioda Josseff » ven apr 09, 2010 6:42 pm

nino, ma a questo modello pensaci dopo, intanto proviamolo sto programma acrobatico...

poi c'è sempre la possibilità di partecipare con questo aereo (cosa che consiglio anche :D)
Avatar utente
Josseff
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 673
Iscritto il: mar apr 08, 2008 10:00 pm

Messaggioda ramirez76 » ven apr 09, 2010 6:49 pm

e infatti:
Ultima modifica di ramirez76 il dom apr 18, 2010 1:55 pm, modificato 1 volta in totale.
TJrc su Facebook

Immagine
Avatar utente
ramirez76
COLONNELLO
COLONNELLO
 
Messaggi: 2270
Iscritto il: dom apr 06, 2008 10:00 pm

Prossimo

Torna a Volo a scoppio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron