Pagina 1 di 1

Regolamento enac

MessaggioInviato: mar dic 17, 2013 2:21 pm
da ramirez76

la parte che interessa a noi (aeromodellisti)

MessaggioInviato: mar dic 17, 2013 7:44 pm
da Brunart
Sezione V - Aeromodelli
Art. 23
Generalità
1. L’aeromodellista ai comandi dell’aeromodello ha la responsabilità di utilizzare il mezzo in
modo che non possa arrecare rischi a persone o beni a terra e ad altri utilizzatori dello
spazio aereo, inoltre è tenuto a mantenere la separazione da ostacoli, evitare collisioni in
volo e dare precedenza a tutti.
2. L’aeromodellista è responsabile di ottemperare agli obblighi relativi e a ottenere le
eventuali autorizzazioni per l’utilizzo dello spettro elettromagnetico impegnato dal
radiocomando.
3. Gli aeromodelli con massa al decollo massima minore di 25 kg che rispettano i seguenti
limiti:
- massima superficie alare di 500 dm2;
- massimo carico alare di 250 g/dm2;
- massima cilindrata totale dei motori a pistoni di 250 cm3; o
- massima tensione della sorgente di energia per i motori elettrici, 72 V, misurata a
vuoto; o
- massima spinta totale dei motori a turbina di 25 kg (250 N);
- aeromodelli a volo libero o a volo circolare vincolato; o
- aerostati ad aria calda con peso totale del contenitore di gas trasportato per i bruciatori
non superiore a 5 kg
possono volare nelle ore di luce diurna purché l’aeromodellista mantenga un continuo
contatto visivo con l’aeromodello, senza aiuto di dispositivi ottici e/o elettronici a condizione
che l’attività non presenti alcun rischio a persone e cose.
Tali attività possono essere effettuate in aree non popolate opportunamente selezionate
dall’aeromodellista, di raggio massimo di 200 m e di altezza non superiore a 70 m, e per le
quali può assicurarne il controllo al fine di non causare rischio a persone e cose e fuori
dalle ATZ e comunque ad una distanza di almeno 8 km dal perimetro di un aeroporto e dai
relativi sentieri di avvicinamento/decollo. Devono inoltre essere rispettate le regole dell’aria
Regolamento
MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO Ed. 1
Data:16.12.2013
pag. 20 di 21
applicabili inclusa la capacità di “see and avoid”. Le attività di volo possono essere
effettuate anche in aree di altezza non superiore a 150 m e di raggio massimo di 300 m,
purché l’aeromodellista sia titolare di una abilitazione al pilotaggio di aeromodelli
radiocomandati rilasciata da una scuola certificata dall’Aero Club d’Italia e siano rispettate
le regole dell’aria applicabili inclusa la capacità di “see and avoid” per l’aeromodellista e il
rispetto del concetto di “to be seen” dell’aeromodello da parte degli altri aeromobili.
Nel caso non siano soddisfatte una o più delle limitazioni di cui sopra, l’attività di volo deve
essere effettuata in spazi aerei regolamentati ( permanenti) o segregati (temporanei).
4. L’attività con aeromodelli con massa al decollo massima uguale o maggiore a 25 kg, o con
un sistema di propulsione che non rientra nei limiti precedenti, è consentita ad
aeromodellisti con un’età minima di 18 anni.
L’attività deve essere svolta nelle ore di luce diurna, a un’altezza massima dal terreno tale
da consentire all’aeromodellista di mantenere un continuo contatto visivo con l’aeromodello
senza aiuto di dispositivi ottici e/o elettronici, in aree istituite da ENAC e riservate alle
attività aeromodellistiche. Tali aree sono caratterizzate da spazi aerei regolamentati o
segregati.
E’ responsabilità dell’aeromodellista assicurare che durante l’attività in tali aree non ci siano
persone ad esclusione di quelle necessarie per lo svolgimento dell’attività.
5. L’aeromodellista deve rispettate le eventuali disposizioni emesse dalle amministrazioni
locali competenti.
6. Le manifestazioni aeromodellistiche e l’esercizio degli aeromodelli nel corso delle
manifestazioni aeromodellistiche devono essere effettuati in ottemperanza alle disposizioni
emesse dall’Aero Club d’Italia.
7. Per le operazioni di aeromodelli spaziali (razzo modelli) non dotati di sistemi che ne
permettano il controllo da parte dell’aeromodellista deve essere richiesto l’utilizzo dello
spazio aereo all’ENAC (spazio aereo regolamentato o segregato).
8. Gli aeromodelli “indoor” non rientrano nelle previsioni del presente regolamento.

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 9:04 am
da Roby
Quindi significa che finemmu i vulari?
A sembra di aver capito che tali regole sono rigide in caso di vicinanza agli aeroporti e o comunque entro 8km da un aeroporto o circuito di discesa e salita.
Se dovessimo stare all'interno degli spazi da loro indicati credo che possiamo stare a casa o volare con i Deproncini!

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 10:16 am
da ramirez76
8. Gli aeromodelli “indoor” non rientrano nelle previsioni del presente regolamento.


ok che modello facciamo?? :evil: :evil: :evil: :evil:

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 12:18 pm
da Brunart
a quello che ho capito e a quello che scrivono sul barone, deduco:
1) siamo un club aeromodellistico e pure vecchio, per cui dovremmo vedere quello che possiamo fare per un eventuale patentino.
2) come club, mi pare di aver capito, possiamo chiedere all'ENAC il riconoscimento del nostro campo, così non abbiamo limiti di altezza e distanza.

voi che ne pensate?

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 12:22 pm
da Brunart
Roby ha scritto:Quindi significa che finemmu i vulari?
A sembra di aver capito che tali regole sono rigide in caso di vicinanza agli aeroporti e o comunque entro 8km da un aeroporto o circuito di discesa e salita.
Se dovessimo stare all'interno degli spazi da loro indicati credo che possiamo stare a casa o volare con i Deproncini!


tranquillo
non dovrebbe cambiare nulla (l'unica cosa che sospetto è uno spillamento di soldi per autorizzazioni e patentini :evil: )

l'unico limite serio è l'FVP long range, perchè dovrebbe essere vietato (sempre se ho capito bene) :cry:

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 2:03 pm
da ramirez76
Qualsiasi ausilio visivo è vietato (occhiali e monitor) anche a 1mt

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 6:41 pm
da Brunart
ramirez76 ha scritto:Qualsiasi ausilio visivo è vietato (occhiali e monitor) anche a 1mt


a quello che ho capito (quindi non prendere per certe queste info), non si può fare più il long range perchè il modello deve essere sempre a vista, ma nulla ti vieta a svolazzare vicino a te in FVP.
inoltre si devono usare apparati radio conformi alle norme italiane (penso che si riferisca ai mw dei 2,4

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 7:23 pm
da ramirez76
vorrei sbagliarmi, ma....

Immagine

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: gio dic 19, 2013 9:51 pm
da Brunart
ramirez76 ha scritto:vorrei sbagliarmi, ma....

Immagine


infatti sul barone dicono che il modello fpv quando vola a vista si può controllare anche se il sistema fpv si blocca, per cui può volare (ma mi domando: con un fpv, bello e funzionale come quello di Roberto, che piacere c'è a svolazzare solo sopra la nostra pista?)

alla fine:
- a prescindere dai particolari, se voliamo in un campo di volo (autorizzato) è tollerato tutto (o quasi), quando scantoniamo possono venire a fare controlli
- sono sicuro che in questi 2-3 mesi usciranno tutti i chiarimenti da parte dell'ENAC

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: ven dic 20, 2013 11:39 am
da Roby
Io al massimo vado dalle autorità e mi faccio fare un permesso speciale per studio e sperimentazione per controllo del territorio hahaha!!!
cmq secondo me saranno leggi molto rigide in vicinanza agli aeroporti.
non credo che ad uno che vola a 100 km da qualsiasi superficie aerea possano dire qualcosa.

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: ven dic 20, 2013 12:30 pm
da ramirez76
vado dalle autorità e mi faccio dare il nulla osta per gli ULM :D:D faccio prima!

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: ven dic 20, 2013 1:56 pm
da Brunart
ramirez76 ha scritto:vado dalle autorità e mi faccio dare il nulla osta per gli ULM :D:D faccio prima!

................................................................................................................
JETMAN
Immagine

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: ven dic 20, 2013 2:20 pm
da Roby
io sono alquanto sereno, vedrete che tra produttori di aeromodelli, club aeromodellistici e quant'altro, tutto questo sarà un discorso che molto probabilmente andrà a finire bene... credo che il regolamento verrà rigidamente utilizzato li dove si possono arrecare i verdi danni e non in posti come il nostro campo che è bullato in un torrente lontano da tutto e da tutti!

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: sab feb 02, 2019 1:26 pm
da ramirez76

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: mar feb 05, 2019 8:56 am
da Roby
Ma sbaglio o parlano di soli droni?

Re: Regolamento enac

MessaggioInviato: mar feb 05, 2019 9:55 am
da ramirez76
Nel primo paragrafo dell articolo leggo:

"quando il Regolamento Europeo parla di droni, intende anche gli aeromodelli."...

Boooo