Pagina 1 di 4

AERMACCHI MB 339A FIBRA "CONCEPT"

MessaggioInviato: mer ott 26, 2011 4:33 pm
da ramirez76
INIZIAMO DA QUI

Immagine

Immagine

Immagine

visto che siamo ancora in fase "progettuale".. vi propongo alcune delle livree esistenti in alternativa alla classica PAN

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

MessaggioInviato: mer ott 26, 2011 5:21 pm
da Josseff
piuttosto che le ultime due gli metterei l'elica davanti :D

cmq se ci fate caso le prese d'aria sono completamente staccate dalla fusoliera, darebbe interessante trovare delle foto in cui si vede bene come è raccordata l'ala alla fusoliera

avevo un pacchetto di foto del 339, in questi giorni le cerco, c'erano anche i dettagli delle sezioni dell'aereo vero smontato

MessaggioInviato: mer ott 26, 2011 6:14 pm
da ramirez76
ecco il vero

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

MessaggioInviato: mer ott 26, 2011 6:20 pm
da brigher
Altra livrea vista sul Barone...dovrebbe essere il 339 di DUBAI (compare Ciccio poi confermerà :) )

Immagine


si tratta della vista in pianta di questa foto postata sopra da Ramirez
Immagine


Molte di queste livree sono davvero belle...cmq a me sembra che la livrea PAN sia un classico irrinunciabile per il 339!!


P.S. temo che le prese d'aria complicheranno abbastanza le cose!!....cmq bisognerà trovare il giusto compromesso fra la fedeltà all'originale, l'efficacia di funzionamento, la minima complicazione costruttiva

MessaggioInviato: mer ott 26, 2011 7:07 pm
da Josseff
secondo me viste le dimensioni del prodotto finito, è possibilissimo fare piana la porzione di fusoliera che affaccerà con la prima centina dell'ala, cosa che è così anche nel vero seppur minimamente raccordata

le prese d'aria le destinerei all'ala

l'unica cosa che verrebbe sacrificata sono quei microscopici carman, e secondo me su questa scala la mancanza non apparirà sgradevole, come non appare nella foto del modello con la livrea di dubai

MessaggioInviato: mer ott 26, 2011 7:49 pm
da ramirez76
sono sceso a prendere un po di quote

Immagine

Immagine

Immagine


OSSERVANDO ANCHE IL VERO... NOTAVO CHE IL "DIEDRO" ALARE NON è CERTO INDIFFERENTE.. PENSAVO FOSSE UN ADATTAMENTO "MODELLISTICO".. E INVECE...

ad ogni modo.. qui

http://www.cuccoloaeromodelli.com/

http://www.cuccoloaeromodelli.com/image ... %20003.jpg

http://www.baronerosso.it/forum/attachm ... 008052.jpg

qualche "soluzione" si puo' vedere ;)

MessaggioInviato: gio ott 27, 2011 8:36 am
da Roby
Ho trovato questo sito dove dei rqagazzi hanno costruito da progetto un modello... ci sono molte foto che potrebbero servire per dare un idea della realizazione dell'ala!
http://www.paer.it/339.html

MessaggioInviato: gio ott 27, 2011 8:56 am
da ramirez76
si la tecnica per la fuso è la stessa che ho utilizzato pure io per il pylon.. e utilizzabile per il "master" del 339... anche la tecnica per l'ala mi pare buona ma dobbiamo prevedere forse, un certo "diedro" (come "quantificarlo"??)e forse un profilo diverso del classico "portante" e poco efficiente "piano convesso"..

Brigher..
il primo passo mi pare quello di stampare i "trittici" nella scala che vogliamo.. e iniziare a "sagomare" un po di "Polistirene espanso estruso" per fare il "master" magari partendo dalla fuso+prese d'aria che ne dici?

MessaggioInviato: gio ott 27, 2011 9:40 am
da Roby
Io sono dell'idea che per facilitare le cose dobbiamo stampare il trittico in misura reale, creare una sagoma di compensato in vista laterale.
A quel punto ci creiamo le ordinte che andremo ad incollare nel punto specificato dal trittico.
A questo punto riempiamo tutti gli spazi in modo da creare un blocco.
Le sagome in compensato ci aiuteranno a mantenere le misure esatte e sarà solo questione di lavorare di carta vetrata per creare le forme giuste.
Io consiglietei di rendere la deriva parte integrante della fusoliera... che ne pensate?

MessaggioInviato: gio ott 27, 2011 10:09 am
da ramirez76
Una cosa é lavorare sul polistirolo un altra sul legno cmq aspettiamo i consigli del nostro Guru :-)):-))

MessaggioInviato: gio ott 27, 2011 10:21 am
da brigher
Roby ha scritto:Io sono dell'idea che per facilitare le cose dobbiamo stampare il trittico in misura reale, creare una sagoma di compensato in vista laterale.
A quel punto ci creiamo le ordinte che andremo ad incollare nel punto specificato dal trittico.
A questo punto riempiamo tutti gli spazi in modo da creare un blocco.
Le sagome in compensato ci aiuteranno a mantenere le misure esatte e sarà solo questione di lavorare di carta vetrata per creare le forme giuste.
Io consiglietei di rendere la deriva parte integrante della fusoliera... che ne pensate?


Ok, perfetto quoto tutto, è sostanzialmente la stessa cosa che avevo già scritto anche io qui di seguito!!!



Allora ho visto le foto, mi sembra che il modello migliore a cui ispirarsi è quello di cuccolo, con le prese d’aria inglobate nello stampo della fusoliera come a me sembra sia preferibile, ovviamente con la fusoliera in un unico solo pezzo e le due semiali separate.

La mia opinione sul master sarebbe quella di costruire una ossatura simile ad uno scafo in cui la chiglia è costituita dalla vista laterale della fuso e le ordinate dalle sezioni appunto della fusoliera. Questo procedimento ci da una notevole rigorosità dimensionale, poiché il polistirolo, più che per il ns estro personale, verrà sagomato e dovrà seguire le linee delle ordinate e della “chiglia” (la vista laterale del trittico).

Cmq considerando che abbiamo già un buon trittico e le misure del 339 flyfly, la cui lunghezza della fusoliera secondo le misure riportate sopra da Nino è 145cm. mi sembra che abbiamo già in mano tutti gli elementi indispensabili.

Quindi bisognerebbe ingrandire la vista laterale del trittico di una determinata percentuale fino al raggiungimento della misura interessata (145cm) assieme ovviamente alle ordinate….questo mi sembra sia il primo passo indispensabile.
Ottenuto l’ingrandimento necessario bisogna posizionare il profilo dell’ala e del piano di coda (ok per il medesimo profilo del flyfly) sulla vista laterale, tirando prima una linea mediana della fusoliera che può essere ricavata da quella linea orizzontale che taglia le ordinate del trittico sopra riportato. La tracciature della linea di riferimento della fusoliera consentirà il successivo perfetto allineamento di ala e stabilizzatore e inoltre le ordinate che ci consentono di ricavare il master saranno perfettamente allineate fra loro.
Il passo successivo sarà poi quello di ritagliare su compensato da 5mm.ca. la vista laterale della fusoliera e le ordinate, e assemblarle. A tal proposito ho in mente un piccolo dettaglio per tenere insieme poi il tutto e soprattutto per poterlo maneggiare facilmente durante la lavorazione…ne parleremo poi insieme.

Un altro dettaglio da stabilire è quello della capottina, poiché andrà sagomata assieme alla fuso per consentire una continuità di linee ma poi dovrà essere staccata per consentire lo stampo della fusoliera mentre la capottina sarà poi realizzata in PVC trasparente.

MessaggioInviato: gio ott 27, 2011 11:06 am
da ramirez76
la mia ha questa soluzione (che non mi fa impazzire veramente..)

Immagine

Immagine

MessaggioInviato: ven ott 28, 2011 11:58 am
da ramirez76
Josseff ha scritto:piuttosto che le ultime due gli metterei l'elica davanti :D

...


infatti sto cercando di raccogliere le firme per togliere quel TERRIBILE 339 ad elica :roll: :roll: dalla Nostra "home page" :):):) speriamo che il Nostro Amministratore si convinca prima o poi :):)

MessaggioInviato: dom ott 30, 2011 8:59 am
da ramirez76
facendo delle piccole ricerche.. ho trovato delle possibili "soluzioni" fusoliera-prese d'aria...
il modello in foto è quello di una vecchia scatola Graupner di 339A da 1900mm per turbine tipo P80

ma non vedo baionette :(:(

che ne dite

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

e ancora...

Immagine
Immagine
Immagine

DIMENTICAVO.. IL PROFILO DEL MIO E' IL "RG-14"

MessaggioInviato: dom ott 30, 2011 10:36 am
da Josseff
il longherone si vede nella foto dell'ala inquadrata da dietro con i flap abbassati, è quel pezzo di legno a forma di V dietro e sotto la bombola dei carrelli

per quanto riguarda il profilo alla fine visto che di acrobatico si tratta... un qualunque biconvesso simmetrico non troppo sottile ci porta a delle buone risultanti

in particolare io guarderei il profilo che non so come si chiama usato da kato in tutti i suoi pluri di qualche anno fa... un profilo che sostanzialmente plana sempre e non disturba la corsa

MessaggioInviato: mar nov 01, 2011 10:24 pm
da Roby
Il modello visto così è a mio parere bellissimo!
A questo punto si potrebbe fare l'ala tutta in fibra...
Secondo me farne due pezzettini in balsa è superfluo!
In questo modo possiamo inserire longherone e prese d'aria e fare in modo che non si veda nulla! Credo che la soluzione in quest'ultima foto è ottima!
Intanto trovo qualche minuto per stampare il trittico e cominciare a fare la base x la fusoliera!
Qualcuno cominci ad escogitare un sistema per l'ala!!!

MessaggioInviato: mer nov 02, 2011 12:42 am
da Josseff
non so quanto pesi un ala così... ma centinata con tutta la baionetta peserebbe meno di quella in polistirolo di nino...
dubito si possa aspirare a tanto con un ala in fibra

MessaggioInviato: mer nov 02, 2011 8:01 am
da Roby
Allora servirebbe trovare un sistema per farla centinata e di inserire i tubi per l'aspirazione seza intralciare tutto con la baionetta!
Idee?

MessaggioInviato: mer nov 02, 2011 3:18 pm
da brigher
La soluzione del 339 della Graupner postata da Nino mi sembra la soluzione da adottare, anche se ovviamente deve essere conformata alle ns esigenze.
Fare interamente l’ala in fibra è un’idea fascinosa, ma difficile da realizzare e poco pratica rispetto ad un’ala convenzionale. Infatti è sempre necessario creare una struttura interna per irrobustire il tutto e per evitare schiacciamenti, e ciò mi sembra più macchinoso…oltre a considerare di dover realizzare un ulteriore stampo e relativo master appunto per l’ala intera!

Copiando l’idea del 339 Graupner, la fusoliera si può realizzare come avevamo previsto, cioè senza le prese d’aria ma con lo scasso per l’ala (oltre a quello per la capottina), in modo da avere meno aperture possibili e renderla quindi più rigida compatibilmente con il peso. Grazie all’apertura per l’ala non è più necessaria un’ulteriore apertura nella fusoliera per inserire la ventola.

Per quanto riguarda l’ala, si realizza in fibra solo la zona delle prese d’aria, costruendo master e stampo solo per quel tratto che incorpora le prese, che nel ns caso dovrebbe essere di circa 30cm di apertura. Quindi si aggiungono le semiali che possono essere centinate o in polistirolo rivestito in legno (…che personalmente preferisco), semiali che saranno incollate a questo tratto centrale formando così un’ala intera da avvitare poi alla fusoliera, come nella maggior parte dei modelli.
L’unione definitiva fra il tratto centrale in fibra e le due semiali verrà irrobustita da una baionetta come nel 339 Graupner, baionetta da incorporare possibilmente durante la laminazione del pezzo e che deve avere una sagoma tale da non interferire con i flussi d’aria (…se poi trovassimo il modo di aggiungerne ancora un’altra davanti, ovviamente senza interferire con il flusso, sarebbe il massimo!). Inoltre, ed è più facile da realizzare nel caso di un’ala polistirolo/legno, è praticamente indispensabile unire ogni semiala al tratto centrale con una fasciatura in fibra larga ca. 5/6cm.

In ogni caso ricordiamoci che la parte centrale in fibra che incorpora le prese d’aria in tal caso risulta essere un elemento strutturale dell’ala e va adeguatamente rinforzato e irrobustito, soprattutto in considerazione che la parte superiore del pezzo (quella a contatto con la fusoliera) sarà quasi totalmente aperta per via dei flussi d’aria interni diretti verso la ventola!

MessaggioInviato: mer nov 02, 2011 3:57 pm
da ramirez76
ho avuto l occasione di vedere moooooooooto da vicino in questi giorni il 339 2x2... L ala in resina pesa uno sproposito vi assicuro.. Escludo una soluzione simile su un modello come il Nostro.. Rischiamo di fare un ferro da stiro.. Pensate che il 2x2 (scarsi) pesa circa 10kg!! Quoto l idea di eros x l ala in polistirolo rivestita invece....